RACCOLTA PERIODICA DELLE PRONUNCE DELLA CORTE DI CASSAZIONE IN MATERIA DI BENI IMMOBILI Breve rassegna delle pronunce della Corte di Cassazione rese nel corso del mese di dicembre 2018 e che hanno deciso ricorsi che direttamente o indirettamente riguardano beni immobili

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Corte Cassazione - foto di Maxsanna

Tributario

Sez. 5 – , Ordinanza n. 31277 del 04/12/2018 (Rv. 651775 – 01) In tema di imposta di registro, la sentenza di accoglimento della domanda revocatoria fallimentare di un contratto di compravendita immobiliare è soggetta a tassazione in misura fissa, ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. e) del d.P.R. n. 131 del 1986, e non in misura proporzionale, ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. a) dello stesso d.P.R., in quanto essa non spiega alcun effetto traslativo della proprietà del bene o di retrocessione dello stesso a favore della massa, né determina alcun effetto restitutorio rispetto al patrimonio del disponente, ma si limita a rendere l’atto negoziale inopponibile ai creditori ai fini dell’esecuzione concorsuale, conferendo altresì al curatore il potere di apprensione del bene non soltanto per sottoporlo ad espropriazione, ma anche per gestirlo nell’interesse della massa.

Massime precedenti Vedi: N. 16814 del 2017 Rv. 644890 – 01

Archivio articoli correlati